Firmata da Franceschini l’estensione del Tax credit all’audiovisivo

L’ANICA ha espresso in un comunicato la sua grande soddisfazione per la firma, da parte del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, al decreto che allarga l’applicazione dei benefici fiscali del tax credit a tutto il settore dell’audiovisivo nazionale. E’ un provvedimento che va nel senso di un deciso rafforzamento dell’industria italiana di contenuti audiovisivi, anche in prospettiva di un maggiore impatto sul mercato internazionale dell’intero comparto.
Il Decreto del Ministro reca disposizioni applicative per l’estensione del credito d’imposta per le attività cinematografiche, di cui alla legge n. 244 del 2007, ai produttori indipendenti di opere audiovisive, ai sensi dell’articolo 8, comma 2, del decreto-legge 8 agosto 2013, n. 91 “Valore cultura”, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 ottobre 2013, n. 112. In pratica il decreto estende all’intero settore audiovisivo i benefici fiscali finora riservati al solo comparto cinematografico. Il decreto è stato trasmesso al Ministero dell’Economia e delle Finanze e al Ministero dello Sviluppo Economico e diventerà operativo solo dopo l’autorizzazione della Commissione UE. Il testo definitivo sarà disponibile alla conclusione del suo iter legislativo.
Con questo provvedimento, per la prima volta, le produzioni audiovisive realizzate da produttori indipendenti e destinate alle emittenti televisive e al web potranno beneficiare di un credito d’imposta estendibile anche alle produzioni audiovisive internazionali che verranno a girare sul territorio italiano.

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...