Contributi automatici

 

D.M. 31 luglio 2017

 

La Legge 14 novembre 2016, n. 220 ha disposto i contributi automatici (Artt. 23-25), linea di intervento indirizzata esclusivamente alle imprese audiovisive italiane, ai soli fini di reinvestimento in sviluppo, produzione e distribuzione di nuove opere audiovisive rispondenti ai requisiti per la nazionalità italiana e l’eleggibilità culturale (leggi il decreto attuativo).

 

Possono accedere ai contributi:

  • produttori; nel caso di opere televisive, l’accesso è riservato ai soli produttori indipendenti;
  • distributori cinematografici in Italia;
  • distributori internazionali;
  • editori home entertainment.

 

Ciascuna delle imprese audiovisive interessate deve richiedere alla Direzione Generale Cinema l’apertura di una posizione contabile che costituisce il fondo potenziale dell’impresa.

 

I risultati economici, culturali e artistici di ciascuna delle opere audiovisive di nazionalità italiana prodotte o distribuite dall’impresa nel corso dell’anno maturano un punteggio.

 

Le opere considerate possono essere:

  • film;
  • opere televisive da uno o più produttori indipendenti;
  • opere web, con l’esclusione di quelle destinate alla diffusione al pubblico mediante fornitori di servizi di hosting
  • opere di animazione (cinema, tv, web).

 

Per ciascun anno, è determinato il valore monetario unitario del singolo punto sulla base della somma dei punti complessivamente maturati dalle imprese e l’importo complessivo delle risorse disponibili.

 

L’importo che sarà accreditato sul fondo potenziale è dato dal prodotto fra il valore monetario del singolo punto e il punteggio maturato dall’impresa. Le somme accreditate devono essere reinvestite dall’impresa, in tutto o in parte, in nuove opere di nazionalità italiana, entro il 31 dicembre del quinto anno solare successivo all’anno in cui le somme risulteranno essere state accreditate.

In data 29 maggio 2019 è stata pubblicata la prima assegnazione (NB. successivamente modificata) dei contributi automatici per l’anno 2018 (a valere sulla dotazione stabilita dal riparto 2018), relativi a risultati conseguiti dalle opere nell’anno solare 2017 (leggi il decreto di assegnazione  /  leggi il riepilogo).

In data 2 agosto 2019 è stato poi pubblicato pubblicato il decreto direttoriale repertorio n. 1974 del 02/08/2019 con il quale sono apportate delle modifiche al D.D. repertorio n. 1228 del 29 maggio 2019 in materia di ammissibilità delle domande di contributo automatico 2018 (per le attività 2017). Leggi il D.D. con le tabelle modificate: DD 2 AGOSTO 2019 REP. N. 1974 – CONTRIBUTI AUTOMATICI 

In data 13 dicembre 2019 il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha pubblicato il Decreto Direttoriale rep. n.  3946 concernente le modalità di REINVESTIMENTO dei CONTRIBUTI AUTOMATICI, di cui agli articoli 23, 24, e 25 della Legge 220/2016. Il presente decreto SOSTITUISCE il decreto direttoriale rep. 2000 del 06 agosto 2019.

leggi il Decreto Direttoriale rep. n.  3946 sul Reinvestimento dei Contributi Automatici

 

In data 16 Dicembre 2019 il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha pubblicato un ulteriore chiarimento: Vai ai Chiarimenti sui Contributi Automatici 2018.

 

 

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...