Siglata l’Ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Cine-Audiovisivo

Si è chiusa il 21 dicembre u.s. presso la sede dell’ANICA la trattativa tra le parti sociali (ANICA e Unindustria da una parte e SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UIL-COM dall’altra) per il rinnovo del CCNL Cine-Audiovisivo. Dopo un lungo confronto sulle tematiche cardine del contratto, le parti stipulanti hanno siglato un’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Cine-Audiovisivo, con durata di validità triennale a decorrere dal 1° gennaio 2012 e con scadenza prevista per il 31 dicembre 2014. Le organizzazioni sindacali hanno comunicato che scioglieranno la loro riserva rispetto a tale ipotesi di accordo presumibilmente intorno alla metà di Gennaio 2012.

In merito alla normativa, si può ritenere certamente un contratto innovativo perché recepisce appieno le novità introdotte dall’accordo interconfederale 2011 sia in termini di relazioni industriali che di sviluppo e tenuta della contrattazione di II livello, con l’inserimento anche della possibilità di utilizzare le intese modificative del CCNL in coerenza della previsione del punto 7 del nuovo accordo interconfederale, che sposta la concertazione a livello territoriale e aziendale. Altra grossa novità è il recepimento del recente Testo Unico sull’apprendistato che potrà essere sicuramente utile per creare occupazione e contenere il costo del lavoro per le imprese, con l’istituzione di una apposita commissione paritetica che vada a definire i profili professionali entro sei mesi. Un grande lavoro è stato fatto anche in merito all’aggiornamento dei vari istituti giuridici: le ferie (è stato portato a 24 mesi la fruizione del residuo) il trattamento di malattia o infortunio sul lavoro, la tutela della maternità e il contratto a termine. Inoltre, c’è stato l’inserimento della tutela a favore di soggetti portatori di handicap. Altra previsione riguarda la costituenda commissione degli appalti, che sarà sicuramente uno strumento validissimo per monitorare il settore e per provare a contenere il dumping e la concorrenza sleale. Infine, in merito alla formazione, si è valorizzato il ruolo dell’Organismo bilaterale della Formazione già esistente, prevedendo la destinazione a tale ente di uno 0,1% del minimo tabellare concordato.
In merito alle novità della parte economica, la concertazione ha stabilito un aumento retributivo al 4° livello pari a euro122,80 così suddiviso (1° tranche prevista per Gennaio 2012 di euro 49,12; 2° tranche prevista per il 1° aprile 2013 di euro 36,84; 3° tranche prevista per il 1° luglio 2014 di euro 36,84). Per quanto concerne invece la “Una tantum” per l’anno in corso, in virtù dell’anno di vacanza contrattuale la cifra pattuita è stata di euro 280 lordi. Inoltre, in virtù dell’avvenuto recepimento del nuovo accordo interconfederale del 28 giugno 2011, è stato anche previsto un elemento di garanzia, per le aziende che non sottoscrivono il II livello di contrattazione, pari ad 200 euro lordi a decorrere dall’anno 2013.
Qui disponibile il testo integrale dell’Ipotesi di Accordo, in formato PDF.

 

 

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...