Tax Credit alla produzione esecutiva di opere straniere

 

Tax Credit alla produzione esecutiva di opere straniere: Attrazione in Italia di investimenti stranieri

 

Alle imprese di produzione esecutiva e alle imprese di post-produzione è riconosciuto un credito d’imposta in relazione alla concreta realizzazione sul territorio italiano, su commissione da parte di imprese di produzione estere, di opere audiovisive, o anche solo parti di esse, utilizzando prevalentemente mano d’opera italiana o dell’Unione europea. Per accedere a tale tipologia di Tax Credit le imprese di produzione esecutiva e le imprese di post-produzione italiane non devono possedere quote di diritti sull’opera audiovisiva.

 

Il credito d’imposta è riconosciuto in relazione alle spese sostenute sul territorio italiano per la produzione di opere audiovisive estere che abbiano i requisiti di eleggibilità culturale, che siano:

  1. a) opere cinematografiche;
  2. b) opere televisive;
  3. c) opere web.

 

L’aliquota prevista è pari al 30% del costo eleggibile di produzione della singola opera entro il limite massimo annuo, per ciascuna impresa o gruppo di imprese, di euro 20.000.000.

 

Per maggiori dettagli sul procedimento per il riconoscimento del credito d’imposta leggi il decreto 15 marzo 2018 – Disposizioni applicative dei crediti di imposta nel settore cinematografico e audiovisivo, di cui agli articoli 16, 17, comma 1, 18, 19 e 20, della legge 14 novembre 2016, n. 220 Art 19- 20- 21- 22- 23- 24 Cap V

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile