Tax Credit alla Distribuzione nazionale e internazionale 

 

 

 Tax credit per la distribuzione nazionale in sala cinematografica di film italiani (incluse le coproduzioni internazionali): alle imprese di distribuzione cinematografica nazionali spetta un credito d’imposta, per un massimo di euro 2.000.000 per impresa o per gruppo di imprese per anno, commisurato alle spese sostenute per la distribuzione nazionale di film di nazionalità italiana. Il credito d’imposta spetta a condizione che il co- sto eleggibile di distribuzione del film non sia inferiore a euro 40.000 in caso di lungometraggi di finzione e non sia inferiore a euro 20.000 in caso di documentari e cortometraggi.

Le aliquote variano tra il 15% al 30% delle spese in base al periodo dell’anno in cui esce il film e in base allo status del distributore (indipendente o non). L’aliquota è elevata al 40% se a distribuire il film è il produttore stesso, purché indipendente.

 

Tax credit per la distribuzione all’estero di film, opere audiovisive e web italiani (incluse le coproduzioni internazionali): alle imprese di produzione, distribuzione nazionale, distribuzione internazionale cinematografica o audiovisiva spetta un credito d’imposta in misura pari al 30% delle spese sostenute per la distribuzione internazionale di opere cinematografiche di nazionalità italiana,di opere televisive o opere web di nazionalità italiana, nel limite massimo annuo di euro 1.000.000 per impresa o gruppo di imprese.

 

Per maggiori dettagli sul procedimento per il riconoscimento del credito d’imposta leggi il decreto 15 marzo 2018 – Disposizioni applicative dei crediti di imposta nel settore cinematografico e audiovisivo, di cui agli articoli 16, 17, comma 1, 18, 19 e 20, della legge 14 novembre 2016, n. 220  Art. 5-6-7-8 Capo II

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile