Costo di Produzione

Qualificazione del costo di produzione (cfr. circolare del 8 ottobre 2009 – punto 4)

 

Il costo complessivo di produzione rappresenta la totalità dei costi sostenuti  per la realizzazione della copia campione del film (con esclusione quindi dei costi connessi

alla distribuzione dell’opera).  A tale accezione di costo deve farsi riferimento nella compilazione della modulistica “tax credit”.

L’applicazione al costo complessivo delle rettifiche e/o limitazioni previste dall’art. 1, comma 9, del d.m. determina, invece, il costo “eleggibile” da utilizzare ai fini della quantificazione del beneficio spettante. Più esattamente, il costo eleggibile rappresenta il valore teorico cui applicare la percentuale ai fini della quantificazione del credito d’imposta il quale, tuttavia, potrà maturare soltanto se e nella misura in cui le spese sostenute soddisfano i requisiti previsti all’art. 2, comma 2.

Ne consegue, pertanto, che mentre il costo eleggibile è determinato al termine della produzione ed è, in linea di principio, immutabile, le spese eleggibili rappresentano la parte del costo eleggibile in relazione al quale sono soddisfatti i requisiti previsti dalla normativa per la concreta maturazione del credito d’imposta (si veda punto 6) e, pertanto, verranno a coincidere con il costo eleggibile quando i predetti requisiti saranno integralmente soddisfatti. 

Con riferimento alle richiamate limitazioni, si precisa che i “costi del personale di produzione” (art. 1, comma 9, lett. c) vanno intesi nella accezione fornita, nel diverso contesto costituito dalla normativa del d. lgs. 28/2004 e decreti di attuazione, nella nota di questa Direzione generale n. 5122 dell’11.4.2006. Vanno considerati, pertanto, i costi relativi alle seguenti figure:

  1. Produttore esecutivo
  2. Organizzatore
  3. Direttore di produzione
  4. Ispettore di produzione
  5. Coordinatore di produzione
  6. Segretario di produzione
  7. Aiuto segretario di produzione
  8. Segretario di produzione ufficio – Segretaria dattilografa
  9. Amministratore

10. Cassiere

11. Location manager

12. Coordinatore di edizione

13. Autista di produzione – runner

14. Addetto al collocamento

15. Addetto ai permessi

16. Addetto ai permessi minori.

E’ opportuno precisare che gli incarichi di cui ai numeri 4), 6), 7), 10) e 13) possono essere ricoperti anche da più di una persona.

Si precisa, infine, che, nel caso di presentazione della comunicazione e/o istanza in forma congiunta, i valori dovranno intendersi cumulativi, facendo quindi riferimento ai costi di pertinenza di tutte le imprese, salvo che per i quadri della modulistica per i quali è prevista la compilazione autonoma da parte di ogni singola impresa (esempio:  righi M3 e M4, in cui ciascuna impresa indicherà i costi di cui, rispettivamente, ai righi D2 e D3 ad essa riferibili in base alla quota di partecipazione alla produzione). Nel caso di presentazione disgiunta, l’impresa dovrà indicare esclusivamente i valori alla stessa riferibili, sia per quanto riguarda il costo complessivo di produzione che per quanto attiene ai costi eleggibili, applicando quindi in via autonoma le prescrizioni contenute nell’art. 1, comma 9.

Con  riferimento alle spese generali, si precisa che le stesse non rilevano qualora l’impresa non abbia sostenuto direttamente costi di produzione dell’opera.

 

 

 

Rilevanza dei costi di produzione indipendentemente dalla loro deducibilità fiscale (cfr. circolare del 29 marzo 2010 – punto 8)

 

I costi di produzione delle opere filmiche rilevano, ai fini della eleggibilità per i benefici di cui al dm 7.5.2009 (“tax credit”) ed al ricorrere di tutte le altre condizioni necessarie, per l’ammontare effettivamente sostenuto dall’impresa di produzione, indipendentemente dalla sussistenza di limitazioni alla loro deducibilità ai fini delle imposte sui redditi.

 

Spese di promozione e lancio (cfr. circolare del 29 marzo 2010 – punto 6)

 

I costi sostenuti per la promozione ed il lancio del film nonché ogni altra spesa non strettamente riconducibile alle fasi di sviluppo, produzione e post produzione come indicate nella tabella D del d.m. 7.5.2009 (“tax credit”) non sono eleggibili e, pertanto, non sono computabili ai fini del calcolo del credito d’imposta concesso alle imprese di produzione cinematografica (art. 2 del dm “tax credit”) ovvero alle imprese di produzione esecutiva o alla industrie tecniche (art. 4 del dm “tax credit”).

 

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...