IMPORTANTE CONFERMA DA PARTE DEL MIBACT SULLA COPIA PRIVATA

Nella prima seduta della Camera dei Deputati della XVIII legislatura, il 23 marzo 2018, nel giorno stesso dell’insediamento e dell’elezione del Presidente, sono state pubblicate le risposte del Governo agli atti presentati alla vigilia della conclusione della XVII legislatura (le risposte scritte erano pervenute nel frattempo alla Presidenza della Camera).

ANICA esprime il proprio apprezzamento per l’esaustiva risposta che il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, attraverso il Sottosegretario Antimo Cesaro, dà all’interrogazione 4-18876 presentata dall’On. Minnucci il 20 dicembre 2017.

Nella risposta il Ministero chiarisce in particolare due temi di grande rilievo associativo:

1. Che il diritto alla copia privata non è assimilabile al diritto d’autore o ai diritti connessi, questi ultimi regolati dal d. lgs. 35 del 2017.

2. Che, pertanto, le associazioni maggiormente rappresentative, che ripartiscono i compensi da copia privata agli aventi diritto  – per questa loro qualità e per il ruolo di garanzia nei confronti dell’intero settore, rispetto a puri operatori di mercato – non sono in nessun modo assimilabili agli organismi di intermediazione finanziaria soggetti a specifici obblighi organizzativi.

L’ANICA, come associazione maggiormente rappresentativa, vede così ribadita anche in questo atto ufficiale del Governo la piena legittimità e correttezza del proprio operato, nonché la qualità del servizio che offre a tutti i titolari dei diritti, sia associati che non associati.

 

L’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE E LA RISPOSTA DEL MIBACT

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...