CINEMA D’ESTATE: BUON RISULTATO PER I FILM ITALIANI

logo_anica

COMUNICATO STAMPA

Ventuno spettatori su cento (21,10%) sono andati a vedere un film italiano da metà maggio a metà luglio del 2015: è questo il risultato che balza agli occhi a una prima analisi del mercato cinematografico in un periodo tradizionalmente debole per le pellicole nazionali al botteghino. Il dato è importante, se si pensa che nello stesso periodo del 2014 la percentuale di presenze per i film italiani era stata del 6,73%, mentre nel 2013 aveva raggiunto la quota dell’11,78% (sostanzialmente grazie a un solo film) e nel 2012 l’asticella si era fermata addirittura alla misera percentuale del 2,84%.

“Questo risultato è frutto dello sforzo dei produttori, che hanno condiviso con i distributori l’impegno a dare maggiore ampiezza al mercato dei film nazionali”, ha dichiarato Andrea Occhipinti, presidente dei distributori dell’ANICA. ““Siamo convinti che questa sia la strada giusta. E’ molto importante che il risultato di un periodo debole come quello dei mesi estivi si avvicini il più possibile alla quota di mercato che il cinema nazionale raccoglie durante il resto dell’anno”, ha concluso Occhipinti.

“Dare al cinema italiano lo spazio che gli compete durante tutto l’anno è la priorità che dobbiamo darci se vogliamo che i nostri film aumentino stabilmente la loro quota di mercato” ha sottolineato il presidente dell’ANICA, Riccardo Tozzi. “E dispiace ricordare che nei primi sei mesi del 2015 i film italiani si sono fermati al 22%, un risultato troppo basso per la nostra forza produttiva. Resta per noi fondamentale offrire prodotti sempre migliori e sempre più competitivi a un pubblico che deve essere incentivato ad andare al cinema per dodici mesi l’anno”.

 

17/07/2015

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...