David di Donatello 2019 – Trionfa “Dogman” di Matteo Garrone con nove statuette

Una lunga giornata, quella di mercoledì 27 marzo, iniziata per tutti i candidati della 64ma edizione dei Premi David di Donatello e per la Presidente Piera Detassis con la consueta cerimonia al Quirinale, dove sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il quale, nel suo discorso, ha sottolineato che “La dimensione industriale del cinema, la sua valenza economica e produttiva hanno grande importanza per il sistema-paese. È una dimostrazione ulteriore di quanto valga e di quanto pesi la cultura nello sviluppo di una società moderna” ha aggiunto “Chi sostiene che la cultura non ha a che fare con l’economia non è un vero economista”.

 

 

Alla cerimonia, condotta da Geppi Cucciari, è intervenuto anche il Ministro del MiBAC, Alberto Bonisoli. Tra gli altri erano presenti il Presidente dell’ANICA, Francesco Rutelli, ed esponenti della cultura, dell’arte, dello spettacolo, dell’industria e altre personalità rappresentative della società italiana.

“Siamo al governo da circa dieci mesi soprattutto con l’intento di far crescere il pluralismo e la circolazione internazionale della nostra cultura” ha detto Bonisoli. Tra gli obiettivi del Governo – ha spiegato il ministro – “un decreto sul rispetto delle finestre temporali… e questo anche per abbattere la pirateria”. Altro provvedimento “il finanziamento di 30 milioni di euro per la ristrutturazione delle sale cinematografiche” in modo che questi luoghi siano sempre più unici e adeguati ai tempi e dunque più appetibili per il mercato. “Infine, è in corso d’opera” – conclude il ministro – “un progetto speciale a sostegno dei film che abbiano come tema la violenza alle donne e i femminicidi”.

La giornata dei Premi David è continuata, a partire dalle ore 21:00, con la cerimonia di premiazione in diretta televisiva su RaiUno e condotta da Carlo Conti che, nel corso della serata insieme agli artisti sul palco, ha ricordato il grande progetto MOVIEMENT che coinvolge tutta l’industria del cinema per l’apertura delle sale cinematografiche 12 mesi all’anno e per il lancio di importanti titoli italiani, europei e americani, per la prima volta, anche nei mesi estivi. Anche i Cine-Days hanno avuto risalto attraverso la presentazione del video promozionale che annuncia l’iniziativa, realizzata anche in collaborazione con il Mibac, che permetterà di andare al cinema al costo di 3 euro dal 1° al 4 aprile.

Tanti i momenti di spettacolo, divertimento ed emozione durante le premiazioni.

A DOGMAN di Matteo Garrone il Premio David per il miglior film e altri premi per un totale di nove statuette: miglior film dunque, miglior regia, migliore sceneggiatura originale, miglior attore non protagonista, miglior montaggio, miglior scenografia, miglior truccatore, miglior suono, migliore fotografia.

 

Ecco l’elenco dei vincitori:

David2019, MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Marina Confalone per il film “Il vizio della speranza”.

David2019, MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Edoardo Pesce per il film “Dogman”.

David2019, MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE: Alessio Cremonini per il film “Sulla mia pelle”.

David2019, MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Ugo Chiti per il film “Dogman”.

David2019, MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA: Elena Sofia Ricci con il film “Loro”.

David2019, MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Alessandro Borghi con il film “Sulla mia pelle”.

David2019, MIGLIOR REGIA: Matteo Garrone con il film “Dogman”.

David2019, MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: James Ivory, Luca Guadagnino, Walter Fasano con il film “Chiamami col tuo nome”.

David2019, MIGLIOR MONTAGGIO: Marco Spoletini con il film “Dogman”.

David2019, MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: “MISTERY OF LOVE” – musica, testo e interpretazione di Sufjan STEVENS per il film “Chiamami con il tuo nome”.

David 2019, MIGLIORI EFFETTI VISIVI: Victor Perez per il film “Il ragazzo invivibile – seconda generazione”

David 2019, MIGLIOR ACCONCIATORE: Aldo Signoretti per “Loro”

David 2019, MIGLIOR TRUCCATORE: Dalia Colli e Lorenzo Tamburini per “Dogman”

David 2019, MIGLIOR SUONO: Maricetta Lombardo per “Dogman”

David2019, MIGLIOR MUSICISTA: Sascha Ring e Philipp Thimm per “Capri Revolution” di Mario Martone.

David 2019, MIGLIOR COSTUMISTA: Ursula Patzak per “Capri Revolution”

David 2019, MIGLIORE FOTOGRAFIA: Nicolaj Brüel per “Dogman”

David2019, MIGLIOR DOCUMENTARIO: “Santiago, Italia” di Nanni Moretti.

David2019, MIGLIOR CORTOMETRAGGIO: “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio.

David2019, MIGLIOR SCENOGRAFIA: Dimitri Capuani per “Dogman”.

David2019, MIGLIOR PRODUZIONE: CINEMAUNDICI – LUCKY RED per “Sulla mia pelle”.

David2019, MIGLIOR FILM STRANIERO: “Roma” di Alfonso Cuarón.

David2019, MIGLIOR FILM: “Dogman” di Matteo Garrone.

Il nuovo Premio David dello Spettatore, istituito da questa edizione, è andato al film “A casa tutti bene”, diretto da Gabriele Muccino, che ha chiamato sul palco a condividere il premio alcuni degli attori del cast, tra cui Stefano Accorsi, Stefania Sandrelli, Sabrina Impacciatore, Giampaolo Morelli, Massimo Ghini.

Il Premio David alla Carriera è andato al geniale regista americano, Tim Burton che ha ricevuto il premio da Roberto Benigni. Due giganti, due visionari insieme sul palco. Tim Burton: “Ricevere questo premio da Benigni è l’onore più grande”; Roberto Benigni: “Tim è talmente creativo… che sembra italiano!”.

Per Alessio Cremonini, regista di “Sulla mia pelle” un altro premio: il David Giovani.

Al regista e sceneggiatore Dario Argento, alla scenografa Francesca Lo Schiavo, premio Oscar ed eccellenza del cinema italiano nel mondo, e all’attrice Uma Thurman sono stati conferiti i David Speciali.

 

 

vai al sito ufficiale del David di Donatello

 

 

 

 

 

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...
...