Presentata da Intesa Sanpaolo la ricerca:- “L’IMPATTO DELL’INDUSTRIA DELL’ENTERTAINMENT SULLO SVILUPPO ECONOMICO DEL LAZIO” – tra gli interventi quello di Riccardo Tozzi

Roma, 12 luglio 2011 – L’impatto dell’industria dell’entertainment sullo sviluppo economico del Lazio è il tema discusso oggi nel corso del workshop organizzato da Intesa Sanpaolo in collaborazione con la Regione Lazio, ANEC, ANICA, APT, Zoomarine e Mare Nostrum Romae e che visto la partecipazione di Alessandro Voglino, Direttore della Direzione Cultura Arte e Sport della Regione Lazio, Paolo Protti, Presidente ANEC, Riccardo Tozzi, Presidente ANICA, Mario Mauri, Comitato di Presidenza APT, Stefano Cigarini, Direttore Generale Zoomarine, Domenico Ricciardi, Presidente Mare Nostrum Romae e per il
Gruppo Intesa Sanpaolo Antonio Nucci, Responsabile della Direzione regionale Lazio, Sardegna e Sicilia e di Nicola Corigliano, Coordinatore Desk Media & Entertainment di Mediocredito Italiano. Massimo Deandreis, Direttore Generale di SRM Studi e Ricerche per il Mezzogiorno in apertura ha presentato il primo “Rapporto sul settore dell’entertainment nel Lazio”.
Lo studio di SRM mette in evidenza, a ulteriore testimonianza dell’importanza economica del settore, come per ogni 1000 euro aggiuntivi di spesa nel settore, si possa stimare un aumento di 850 euro in termini di Pil (di cui 570 euro nell’ambito del settore dell’entertainment e 280 euro a livello di indotto).
La ricerca offre un approfondimento su tre comparti dell’entertainment che, per ragioni diverse, mostrano un’elevata potenzialità economica: industria cinematografica, industria televisiva e parchi tematici.

Leggi una breve sintesi della ricerca

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...