LANCIO ANICAONDEMAND – RESOCONTO TAVOLA ROTONDA

ANICAONDEMAND
L’OFFERTA DI CONTENUTI AUDIOVISIVI ONLINE NEL NUOVO SCENARIO ISTITUZIONALE E DI MERCATO

RESOCONTO TAVOLA ROTONDA (Roma, 31 marzo 2014)

Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori
Alla domanda come si allarga il mercato del cinema posta dal moderatore Silvio Maselli, Segretario Generale ANICA, ha risposto affermando che non è sufficiente l’attuale offerta di mercato a fronte della pirateria e della contraffazione. Contro essa bisogna combattere parlandone ai giovani, educandoli e facilitando l’accesso a questi sistemi on line. Gli spot contro la pirateria, ha affermato, non servono a niente.

Marco Polillo, Presidente Confindustria Cultura Italia
Ha ritenuto l’operazione di Anica fondamentale, dal momento che ormai il digitale occupa completamente la nostra vita presente. Tuttavia, ha rilevato che ci sono ancora delle difficoltà nel sistema, per cui è necessario innanzitutto facilitare la fruizione da parte dei potenziali consumatori, semplificando lo strumento di dialogo. Polillo ha poi spostato l’attenzione sul problema dei diritti che va affrontato in modo diverso dal passato. Ha poi invitato, di fronte al mercato che cambia, a non abbandonare la vecchia strada ma a lavorare in parallelo.

Stefano Parisi, Presidente Confindustria Digitale e Chili
Nelle vesti di Presidente di Confindustria Digitale ha spiegato che il mercato è diviso a metà: 53% delle famiglie sono connesse ad internet, il 47% no. A livello di banda larga, l’Italia non è messa peggio rispetto ad altri paesi europei. Il vero grande nemico resta sempre e comunque la pirateria contro cui bisogna essere aggressivi. Ha aggiunto che l’arrivo di nuove piattaforme di cinema online è un bene per tutti i competitor e che l’avvento di ANICAONDEMAND allargherà il mercato: “preferisco avere il 10% di una fetta di mercato più grande che il 20% di una più piccola”.

Maja Cappello, Dirigente ufficio diritti digitali AGCOM
Ha spiegato l’importanza dell’entrata in vigore del diritto d’autore online e ha elencato le tre date importanti dal punto di vista della regolamentazione. Il 31 marzo in cui è entrato in vigore il nuovo regolamento sul diritto d’autore online; il 10 aprile, data in cui ci sarà l’insediamento del comitato tecnico; il 1 luglio che segnerà l’inizio del semestre italiano di presidenza della UE.

Angelo Barbagallo, Presidente sezione produttori ANICA
“Grazie al sostegno della nuova normativa AGCOM è stato possibile pensare ad ANICAONDEMAND come nuova piattaforma digitale”. Ha colto l’occasione per parlare dell’importanza della digitalizzazione come strumento che offre nuove forme di distribuzione in sala e online. Ha evidenziato, infine, l’importanza dell’allargamento del mercato dell’audiovisivo, nella lotta contro la pirateria, dal momento che le attuali risorse per la produzione audiovisiva non sono sufficienti.

Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato Rai Cinema
“Si deve investire nel cinema servendosi di tutte le piattaforme esistenti”, ha affermato Del Brocco all’inizio del suo intervento, parlando dell’importanza di questo mercato che se espanso porterebbe ad un elevato fatturato. A proposito, ha ricordato che in Italia il mercato VOD vale attualmente solo 19 milioni di euro diversamente dalla Francia in cui vale ben 200 milioni di euro. Ha spiegato poi che il VOD è la sostituzione dell’HOME VIDEO con il quale, a suo tempo, si facevano dei margini impressionanti rispetto al theatrical. Infine ha ricordato che gli obiettivi di questa operazione sono essenzialmente due: quello commerciale (trovare risorse), quello culturale (questi film siano visti il più possibile).

Lucio Gaudino, Consigliere ANAC
Contrariamente alle affermazioni dei colleghi riguardo la necessità di una regolamentazione dei diritti d’autore online, ha sostenuto che è assurdo controllare certi meccanismi sul web ed ha invitato quindi a cercare altre strade.

Maurizio Sciarra, Coordinatore nazionale 100autori
Ha spostato il discorso dal punto di vista degli autori, che si trovano in un momento difficile in quanto il frutto del loro lavoro viene compensato sempre meno.
Ha sottolineato poi la necessità di pensare a creare una nuova alleanza tra chi ha le idee, chi le produce e chi le utilizza. “Le categorie devono tornare a essere protagoniste”, ha concluso.

Andrea Occhipinti, Presidente sezione distributori ANICA
Nel suo intervento, sulla linea dei suoi colleghi, ha dato il benvenuto al regolamento AGCOM che è entrato in vigore proprio il 31 marzo.

Roberto Guerrazzi, Presidente UNIVIDEO
Ha ricordato la potenza del mercato HOME VIDEO che è ancora forte nella sezione di vendita del prodotto fisico, anche attraverso i siti online.
Proprio per questo ha invitato a considerare le diverse necessità dei consumatori, che utilizzano varie forme di accesso e ad avere rispetto e attenzione per tutti i diritti e non solo per quelli online.

Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV
Sulla base dei riscontri positivi finora avuti, ripone tutta la fiducia possibile in questa nuova iniziativa, augurandosi che questa piattaforma abbia tutto il successo che merita. Inoltre ha ribadito come l’operato della Federazione miri proprio a tutelare il mercato per favorire la crescita di nuove iniziative intese ad accrescerlo.
Grazie in particolare ad AGCOM, ha sottolineato Bagnoli Rossi, l’industria dei contenuti ha finalmente un ulteriore importante strumento per combattere gli illeciti sul web e tutelare il nascente mercato della fruizione legale di contenuti sul web.

Mario Mazzetti, Responsabile Ufficio Cinema AGIS
Dopo aver fatto un quadro sulle condizioni dell’esercizio in Italia (3900 schermi, 80% digitalizzati), ha parlato del processo di digitalizzazione nelle sale che ha garantito maggiore flessibilità e opportunità di programmazione. Riguardo invece la questione di come allargare il mercato, ha risposto anche lui proponendo una maggiore alfabetizzazione finalizzata alla trasmissione della conoscenza del cinema cominciando dalle scuole anche per un efficace lotta alla pirateria.

Carlo Bernaschi, Presidente ANEM
È fiducioso che si otterranno grossi benefici da questa iniziativa ANICAONDEMAND, poiché più il settore cresce più film si possono fare. “Noi siamo per la tutela della sala per l’impatto con il pubblico, ma per crescere questo mercato deve crescere tutta la filiera”. “C’è bisogno di più prodotto, di miglior prodotto e di una migliore distribuzione di esso”, ha concluso.

Riccardo Tozzi, Presidente ANICA
Il Presidente ha richiamato ancora una volta l’attenzione alla questione dei diritti d’autore, spiegando che quanto più sarà chiaro e articolato il sistema dei diritti, tanto più si potrà sviluppare la produzione. Ha ricordato che in questo senso, il VOD deve essere la forma moderna dell’HOME VIDEO. “Dobbiamo ognuno riprendere in mano il proprio mestiere e farlo bene. Non è più il tempo di idee vaghe, ma di obiettivi concreti ognuno nel proprio campo”.

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
Dog