Fondi Regionali – Lazio

IN AGGIORNAMENTO

 
Bando Lazio Cinema Internazional
Attivo si
Film italiano o coproduzione si
Film straniero no
Cinema si
TV no
Web no
Società di produzione italiana si
Società di produzione europea no
Società di produzione extraeuropea no
società di produzione esecutiva italiana no
Associazione culturale italiana o europea no
Regista residente in Regione no
Sviluppo no
Produzione no
Formazione no
Distribuzione no
Promozione no
Contributo importo massimo concedibile • 15% delle spese ammissibili, incrementato al 20% in caso di coproduzioni finanziate almeno da un altro stato UE fino ad un massimo di 500 mila euro. • un ulteriore 10% delle spese ammisibili incrementato al 15% in caso di coproduzioni finanziate da almeno un altro stato membro dell’UE, se la coproduzione è di interesse regionale fino ad un massimo di 300 mila euro. • un ulteriore 5% delle spese ammissibilise la coproduzione è di particolare interesse regionale fino ad un massimo di 150 mila euro. • un ulteriore 5% delle spese ammissibili se la coproduzione presenta al momento della presentazione della domanda, accordi di distribuzione in altri stati diversi da quelli dei coproduttori, che abbiano una popolazione complessiva di almeno 50 mila abitanti con un limite massimo di 50 mila euro.
quota min – max costo eleggibile contributo • 35% delle spese ammissibili • 45% dele spese ammissibili nel caso di coproduzione
Tipologia Contributo fondo perduto
Budget Fondo 10 milioni
Documentario si
Lungometraggio si
Cortometraggio si
Animazione si
Serie TV si
Prodotto Web si
Requisiti
Erogazione “1. L’erogazione dell’agevolazione è subordinata alla sottoscrizione dell’Atto di Impegno ed alla realizzazione della Coproduzione ammessa ed avviene secondo le modalità di seguito indicate. 2. L’Impresa Beneficiaria può richiedere, fino ad un massimo del 40% del contributo concesso, una anticipazione garantita da fidejussione bancaria o assicurativa a prima richiesta, a copertura dell’importo richiesto maggiorato del 10% a titolo di interessi e spese legali, fornita da soggetti vigilati dalla Banca d’Italia o dai corrispondenti Organismi di vigilanza appartenenti all’Eurosistema. Potrà essere utilizzato, in quanto compatibile, lo schema approvato dalla Circolare del MISE n. 4075 del 5 febbraio 2014, adattandolo ove necessario. 3. L’Impresa Beneficiaria può richiedere una o più erogazioni a fronte di Stati di Avanzamento Lavori (SAL) relativi a spese sostenute per un importo pari ad almeno il 20% delle spese ammesse. Qualora l’Impresa Beneficiaria abbia ottenuto un’anticipazione, nel presentare la richiesta di erogazione a SAL può indicare se intende computare tutto o parte dell’importo spettante a fronte del SAL a riduzione o a completa liberazione della garanzia fideiussoria presentata in sede di anticipazione. Alla richiesta di erogazione a SAL dovranno essere allegati i documenti di cui ai successivi commi. Qualora per effetto delle verifiche effettuate le spese riconosciute risultassero inferiori al 20% delle spese ammesse, la richiesta di erogazione a SAL non sarà ritenuta valida né ai fini dell’erogazione a SAL né ai fini della riduzione del valore della fideiussione. Qualora la somma dell’importo eventualmente erogato a titolo di anticipazione e di quello spettante sulle spese rendicontate a SAL e riconosciute risultasse superiore al contributo concesso, l’eccedenza sarà comunque attribuita a parziale liberazione della fideiussione. 4. Entro i termini indicati al comma 3 dell’art. 13, l’Impresa Beneficiaria presenta richieste di erogazioni a
saldo, il saldo relativo ai Costi di produzione non può comunque essere inferiore al 30% del contributo
concesso sui Costi di produzione ammissibili, l’erogazione del saldo del contributo eventualmente concesso a fronte di spese ammissibili
relative ai costi di promozione e distribuzione, avviene a fronte di autonoma richiesta e
rendicontazione.”
Scadenza Bandi domanda web presentabile dal 1.12.2015, sportello attualmente chiuso dato il superamento della soglia di copertura dell’ulteriore 150% dello stanziamento complessivo previsto
Note • il 50% dell’ammontare stanziato sono destinati alle coproduzioni • è prevista la presentazione entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell’atto di impegno, di una fidejussione bancaria o assicurativa per un importo non inferiore al 20% e fino ad un massimo del 40% del contributo. • è un fondo POR FESR Lazio 2014-2020

 
Fondo regionale per l’Audiovisivo
Attivo no
Film italiano o coproduzione si
Film straniero si
Cinema si
TV si
Web si
Società di produzione italiana si
Società di produzione europea si
Società di produzione extraeuropea si
società di produzione esecutiva italiana no
Associazione culturale italiana o europea no
Regista residente in Regione no
Sviluppo no
Produzione si
Formazione no
Distribuzione no
Promozione no
Contributo max 750 mila
quota min – max costo eleggibile contributo
Tipologia Contributo
Budget Fondo 14.250000 milioni
Documentario si
Lungometraggio si
Cortometraggio si
Animazione si
Serie TV no
Prodotto Web si
Requisiti
Erogazione
Scadenza Bandi
 

Selezionare la regione per accedere al portale regionale:

Valle D'Aosta Piemonte Lombardia Veneto Liguria Emilia Romagna Trentino Alto Adige Friuli Venezia Giulia Toscana Sardegna Sicilia Marche Umbria Lazio Puglia Abruzzo Molise Campania Basilicata Calabria

 
Per maggiori informazioni e per approfondimenti si invita a contattare l’ufficio Tax Credit e Finanziamenti ANICA.

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti chiusi.

Archivio del cinema italiano
Facebook Page Twitter Account YoutTube Channel Instagram Profile
...
...
...
...
...
...
...
...
...
Dog